Itinerario 1 - Dal cimitero di  Lurate  alla località Pioggera (Gironico al Monte)


La partenza è dall’ampio parcheggio presso il cimitero di Lurate. Si prosegue lungo via Umberto I (verso Lurate) per circa 250 m, fino a raggiungere via Lura.

Seguire via Lura, che costeggia il torrente Lura. Una scogliera artificiale ha rimediato da pochi anni ai danni provocati dall’alluvione del 2001. Si arriviamo alla frazione ‘Tapella’ in pochi minuti. Fino agli anni sessanta qui funzionava un mulino ad acqua, ora convertito in mulino elettrico. per uscire dal piccolo abitato si sale per una ventina di metri.

L’itinerario prosegue a destra sulla via asfaltata per pochi metri. In questo punto si può vedere il ponte sul Lura, pozze e cascatelle e la fitta vegetazione che cresce nella stretta gola. A testimonianza del passato, sulla sinistra possiamo intravedere una ex-cava.

Dopo appena una ventina di metri in salita verso Castello, si entra nella prima stradina sterrata a sinistra e si costeggia il Lura seguendo un piccolo sentiero. Si arriva quindi ad una grande pozza piuttosto profonda, detta la ‘ciüsa’ dal Castell (la ‘chiusa’). Si prosegue fin oltre la staccionata.

Al quadrivio, sulla sinistra si può notare il collettore dell’AltoLuraDepur. Si prosegue diritto per una cinquantina di metri, poi in corrispondenza di una deviazione che si nota poco, si gira decisamente verso destra con ampia curva a gomito. Seguire le indicazioni del cartello verso ‘Piugera - Giazzera’.

Si prosegue nel bosco di pini e castagni. Risalire il colle fino ad un bivio poco riconoscibile. Da qui si va a destra e, subito dopo, si trova un cartello con l’indicazione ‘Piugera’. Se si segue l’indicazione, ci si arrampica su di un ripido sentiero; meglio proseguire verso sinistra e aggirare l’erta. Ci si trova subito in un prato.

Si imbocca quindi il sentiero che, tenendo la destra, entra nel fitto bosco di castagni e pini dal tipico tronco rosso. Si sale verso la sommità della ‘Piugera’, termine che deriva da poggio o ‘piccola altura’ (dal latino ‘podium’). Sulla sommità si trova la Cappelletta. Si tratta di un mausoleo, tomba del marchese Raimondi, che la volle su questo poggio per poter continuare a controllare le sue terre anche nella vita ultraterrena. a quel tempo infatti davanti alla cappella c’erano ampie rive coltivate e non erano ancora cresciuti gli alberi che oggi ostruiscono la visuale sulla pianura briantea.

A distanza di poche centinaia di metri si possono trovare l'antica 'Giazzera' e il lavatoio di Castello.

TEMPI DI PERCORRENZA:

45 min.

DISLIVELLO:

circa 120 m.




Scarica i file dell’itinerario 1:

percorso_1.kml

percorso_1.gpx

PHOTOGALLERY